Nessuna scusa per l'invito in città dell'esponente di Casa Pound: in consiglio la polemica dei rappresentanti dell'Anpi

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01/08/2017 alle ore 12:25.

E' approdata anche in consiglio comunale la polemica tra l'Anpi e l'Amministrazione comunale, duramente contestata per aver invitato a parlare qualche giorno fa, durante l'evento culturale sulla situazione in Siria, Alberto Palladino, esponente di Casa Pound e condannato per alcuni gesti di violenza nei confronti di rappresentanti del Pd. Per discutere la questione, il consigliere di opposizione Alessandro Travaini aveva preparato un'interpellanza che ha portato in consiglio comunale nella seduta del 31 luglio Nell'ordine del giorno dei rappresentanti del Pd si chiedeva al consiglio di stigmatizzare l'accaduto e di porgere le scue alla città. Quando la presidente del consiglio Monia Anna Mazza ha comunicato di non voler ammettere il documento tra i punti all'ordine del giorno, in aula è scattata la bagarre, e i rappresentanti dell'Anpi, con i tipici foulard rossi e le bandiere della Resistenza, sono usciti rumorosamente dall'aula insieme ai consiglieri Travaini e Muscarà, cantando polemicamente la canzone "O bella Ciao".

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità