Droga: un arresto a Gattico e due denunce nel Cusio

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/06/2017 alle ore 12:54.
La droga sequestrata a Gattico
La droga sequestrata a Gattico

Le due operazioni sono state condotte nei giorni scorsi: i carabinieri di Arona hanno arrestato, nella serata di mercoledì 14 a Gattico, un uomo di origini italiane, classe 1973. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare i carabinieri hanno agito nel quadro di una serie di servizi che da alcuni mesi stanno conducendo per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, e hanno perquisito l'abitazione del 44enne in paese. Nascoste in soggiorno i militari hanno trovato numerose dosi di hashish e marijuana, per un peso complessivo di 350 grammi, oltre a un bilancino di precisione e strumenti vari utili per confezionare la sostanza. Dopo aver sequestrato tutto, i carabinieri hanno portato il 44enne in carcere a Novara.

I carabinieri della stazione di Orta San Giulio hanno invece denunciato in stato di libertà due ragazzi: nella notte del 12 giugno i militari cusiani hanno fermato, durante il normale servizio di pattuglia, i due in via Martiri della Libertà. Classe 1998 e 1999 e residenti a Novara, i due giovani sono stati trovati in possesso di alcuni spinelli di hashish. I militari, venendo a conoscenza del fatto che i due erano alloggiati in un hotel poco distante, hanno deciso di controllare anche nella loro camera, per vedere se avessero nascoste altre quantità di sostanze stupefacenti. Quantità che era nascosta in una valigia, nella camera d'albergo dei due. I militari hanno sequestrato anche gli altri 60 grammi, oltre (anche in questo caso) degli strumenti per il taglio e alcune bustine per il confezionamento delle sostanze illecite.  Entrambi i ragazzi sono stati denunciati a piede libero con l'accusa di detenzione illecita di stupefacenti ai fini di spaccio.

Tags: droga,spaccio,arresto,denunce,Gattico,Pettenasco,carabinieri

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Politica